Anax imperator
10 luglio 2017

Anax imperator maschio immaturo

La macrofotografia di insetti è un genere fotografico caratterizzato da una lunga fase preparatoria allo scatto vero e proprio: si parte dallo studio dei soggetti da fotografare ( periodo di volo, luoghi dove vivono, piante nutrici dei bruchi ecc…), si passa alla ricerca dei soggetti sul campo e si arriva infine alla fase di setup che porta alla foto finale.

Non sempre tuttavia si è così fortunati da trovare il soggetto desiderato alla prima uscita, magari dopo aver percorso molti km per raggiungere il luogo prescelto alle prime luci del giorno.

Vi parlerò di quanto mi è capitato qualche settimana fa, una giornata per certi versi indimenticabile!

Sono partito a notte fonda dalla mia abitazione, verso le 4.00 ,  per raggiungere l’altopiano di Rascino in provincia di Rieti,  confidando di trovare qualche libellula da fotografare ma con la segreta speranza di riuscire a immortalare la regina delle libellule, il bellissimo Anax imperator.

Arrivato sul posto verso le 5.30, le condizioni climatiche non lasciavano presagire nulla di buono: vento persistente, nuvole minacciose e di soggetti fotografabili neanche l’ombra.

Mi stavo accontentando di una comune ma bella farfalla Maniola jurtina e una libellula Orthetrum cancellatum, fotografate più che altro per non rimanere a bocca asciutta.

Erano ormai le 8.30 circa quando inaspettatamente, quasi non credendo ai miei occhi, mi sono imbattuto finalmente in una bellissima Anax imperator, un maschio immaturo!

Era nascosta tra l’erba alta, ma la fortuna stavolta è stata dalla mia parte.

Il vento pian piano andava scemando, permettendomi di scattare qualche fotografia a questa bellissima libellula, sia ad ali aperte che di profilo.

Morale della favola: mai demordere e darsi per vinti, la fortuna aiuta gli audaci, anche in fotografia! 🙂

RECENT POSTS